alt

Nasce “Ariston Lab Theater”

Nasce a Mondragone (CE), dall’incontro tra il Cinema-Teatro “Ariston” e l’associazione culturale “Menti Colorate”, il laboratorio teatrale permanente “Ariston Lab Theater”. Un progetto ambizioso e di lungo periodo che mira a rilanciare, nella nostra zona, un concetto di teatro sperimentale e di avanguardia. Il corso per adulti (18-99 anni) partirà l’8 e il 9 febbraio con due lezioni gratuite di prova dalle 19.00 alle 22.00 presso i locali del Cinema-Teatro “Ariston” in Corso Umberto I, 82 a Mondragone, e proseguirà ogni mercoledì e giovedì per poi concludersi a fine giugno con una rappresentazione teatrale che vedrà protagonisti gli allievi di questo primo corso.

La sinergia tra lo storico teatro mondragonese e l’associazione “Menti Colorate” riguarderà, nel prossimo futuro, l’organizzazione di spettacoli teatrali e ulteriori seminari e workshop. Già in cantiere il progetto per il prossimo anno che sarà aperto anche a bambini e ragazzi under 18. ariston_labCristian Mezzo, attore e insegnante teatrale nonché Presidente di “Menti Colorate” ci tiene a precisare che “il corso 2017, nato con grande entusiasmo, sarà aperto a tutti coloro che intendono avviarsi allo studio della presenza scenica e l’uso della voce, sulla base degli iscritti formeremo delle classi omogenee rispettando le esigenze di ciascuno e le differenze di età. Ovviamente il corso è aperto anche a chi non ha raggiunto il 18° anno di età ma è in grado di lavorare con amici più grandi. Le porte, insomma, sono aperte a tutti per un percorso di crescita collettivo. Tutto ciò è il frutto dell’incontro tra l’esperienza pluridecennale del Teatro Ariston e dalla nostra passione verso il teatro sperimentale che, dal 2011, caratterizza assieme alla letteratura e all’arte, il centro delle nostre attività associazionistiche”.

Le iscrizioni sono aperte fino al 5 febbraio prossimo sul sito www.menticolorate.it.

Un viaggio di insieme, in cui tutti i compagni di gioco modellano le proprie fantasie. I sogni diventano realtà: assumono volti, braccia, colori. Il ritmo cambia a seguire il battito di un cuore che è di un insieme, di un gruppo. Un luogo dove ogni individuo resta individuo ma arricchisce il coro. Il corpo esprime forme, impara a subire lo sguardo, a subire se stesso, ad accettare. L’abbraccio diventa il patto di sangue, la mano tesa a chi cade lo scopo del gioco. Il legame segue la musica, segue le intenzioni. “La stanza dei giochi” lascia il mondo fuori, ride in faccia alle paure e ci gioca. Scopre dov’è il proprio corpo, conosce il luogo, vede l’altro senza bisogno di occhi. Danza.

 

Latest from Musica e Spettacolo

20706526_1635466966495525_529356784_n

ToDays Festival 2017

ToDays festival Torino, 25-27 agosto 2017 Torna anche quest’anno con una line-up sempre
RAPSOBDAY

Rapso Birthday!

In occasione del terzo compleanno di Rapsodia stiamo raccogliendo versi e immagini
Vai sopra