santa

Shopping with Santa Claus

Cosa ci fa babbo natale nell’immondizia? Beh cerca i regali! Loro sono i Luzinterruptus, gruppo artistico anonimo, che realizza interventi socio-urbani in giro per il mondo. “Usiamo la luce come materia prima e il buio come la nostra tela”. Tutto è iniziato alla fine del 2008 per le strade di Madrid, per far luce sui problemi che sembravano passare inosservati alle autorità e ai cittadini. Ma non solo.

15644361_10206191759552987_1809601284_nDietro c’è la voglia di abbellire luoghi anonimi e recuperare oggetti abbandonati per strada per dargli un valore artistico. Installazioni di grande impatto visivo, di brevissima durata. È il caso di Shopping with Santa Claus, realizzata il 23 dicembre 2010, ripubblicata, sulla pagina del gruppo, qualche giorno fa, col commento “tanto ha piovuto da allora, ma poco è cambiato”. Visto il budget da “crisi” e, quindi, costretti a mettere al bando i consueti templi del consumismo, avevano escogitato un piano B per aiutare i babbo natali nella loro ricerca dei regali per Natale. Per realizzare il tutto, è bastato acquistare, dal primo negozio dietro l’angolo, due babbo Natali (per l’occasione addobbati a dovere con luci e lucine) e portarli a spasso nel bel mezzo della notte, su un carrello della spesa, per i cassonetti del centro città.

L’intento?

Ricordare che a Madrid, il numero di persone che mangiano e vivono con ciò che trovano nei contenitori della spazzatura, cresce in maniera allarmante dall’inizio della crisi; tanto che City Hall, che si era schierata contro queste pratiche, decise nel 2009 di punire chiunque fosse stato colto in flagrante con una multa fino a 700 euro.

Nella slideshow le foto di Gustavo Sanabria

Latest from Arte

cover_rapso18_reprint pag2

Queer Fest // 15.12.18

Il 15 dicembre Rapsodia sarà parte del QUEER FEST, evento organizzato dal
Vai sopra