Author

Andrea Corona

Andrea Corona has 6 articles published.

L’evaporazione del corpo, il narcisismo e la narcosi: ovvero amicizia e amore al tempo dei social network

Pageflex Persona [document: PRS0000040_00050]

L’immagine di copertina della presente edizione di «Rapsodia», realizzata dall’artista bolognese Giulia Pasa Frascari, è portatrice di un messaggio estremamente chiaro nelle premesse quanto degno di approfondimento per quanto riguarda le implicazioni, anzitutto sociologiche e psicologiche, che lo determinano. Si inizi col dire che, rompendo con le logiche di mercato così come si sono consolidate negli anni Cinquanta del Novecento, l’avvento della società digitale del nuovo millennio è caratterizzata da una forte propensione verso l’ideazione e la creazione di prodotti destinati ai singoli individui, più che a coppie o a nuclei familiari. È un’industria nuova quella che incentiva il consumo autoreferenziale, cui si vanno ad aggiungere gli effetti prodotti dai social network che aumentano in modo esponenziale la gratificazione narcisistica delle persone.

Leggi tutto

«Chi è Caino tra noi?» Intervista di Andrea Corona all’artista partenopea Luisa Terminiello.

luisa terminiello

Commentare l’arte, si sa, non è cosa facile. E ancor più arduo è chiedere allo stesso artista di spiegare, traducendo in parole, il significato delle proprie opere. È divenuta celebre, in ciò, un’intervista radiofonica del 1942 in cui Matisse dichiarò «Volete dipingere? Allora dovete tagliarvi la lingua, perché la vostra decisione vi toglie il diritto di esprimervi in qualsiasi maniera se non con il pennello». Nondimeno, un’intervista può servire, appunto, anche a questo. Luisa Terminiello, vuoi presentarti ai lettori di «Rapsodia»?

 

Posso quindi allegare un’immagine? Mi sentirei più a mio agio.

Leggi tutto

La scrittura, l’erezione e la morte. Mistica e trasgressione in Georges Bataille

Georges Bataille (1897-1962) è stato protagonista di un’attività letteraria vivace e multiforme. Noto grazie ad opere come Storia dell’occhio (1928), L’ano solare (1931), Madame Edwarda (1937) e il postumo W.C., i temi di fondo dei suoi romanzi sono costituiti dall’erotismo e dalla violenza, intesi come veicolo di una particolare e parossistica «esperienza mistica senza Dio».

Leggi tutto

Estetica delle differenze

differenze_estetica

È celebre l’affermazione di Jean-François Lyotard – contenuta in Discours, figure – per cui l’artista non riconcilia, bensì tollera, che l’unità sia assente. Ebbene, i lettori di «Rapsodia» avranno ben avuto modo di notare la presenza massiva dei collage che accompagnano le pagine della Rivista. Presenza non casuale, in quanto, secondo noi Rapsodi, il collage simboleggia efficacemente la filosofia delle differenze. Si tratta, naturalmente, di una filosofia estetica che va oltre la mera teoria.

Leggi tutto

Per sempre Halloween. La mostrificazione della vita da Foucault a Dumoulié

ITOMOUTH

Il controllo capillare, innanzitutto. Ovvero, il “biopotere”.
In un volumetto del 2011 su “Foucault e le nuove forme del potere”, Stefano Rodotà ha scritto che «Non parliamo più soltanto di una società dell’informazione o di una società della conoscenza, ma di una società della comunicazione, caratterizzata appunto da ininterrotti flussi informativi nei quali tutti siamo continuamente immersi. Siamo, insieme, destinatari e produttori di comunicazioni. E sono proprio le informazioni direttamente prodotte da ciascuno di noi a renderci più controllabili e più governabili».

Leggi tutto

Il rischio, il vuoto e la morte. Scrittura e creazione tra Blanchot e Foucault

La ricerca di Maurice Blanchot (1907-2003) si è sviluppata attraverso un elaborato discorso teorico sulla letteratura e sulla scrittura; discorso che ha assunto un’importanza sempre maggiore per l’orientamento delle correnti letterarie e filosofiche della contemporaneità francese ed europea.

Leggi tutto

Vai sopra