Author

Lorenzo Guarnacci - page 2

Lorenzo Guarnacci has 22 articles published.

Siamo pronti a diventare fan di un’intelligenza artificiale?

z machines

Il 21 marzo, Google ha voluto celebrare il 334° anniversario della nascita di Johann Sebastian Bach (secondo il calendario giuliano) con uno dei suoi Doodle. Si tratta della prima alterazione del logo con un’intelligenza artificiale alle spalle in grado di gestire la sua funzione interattiva. Gli utenti possono infatti inserire due battute in loop di una semplice melodia, che verrà armonizzata con un contrappunto alla maniera di Bach generato dal software utilizzando il machine-learning. Leggi tutto

PIANTATELA! / È sbocciata la playlist di aprile!

banane (2)

Siamo arrivati ad aprile: la primavera ha fatto sbocciare una playlist piena di canzoni adatte per le vostre scampagnate ai primi tepori dell’anno, pezzi da mettere in sottofondo mentre sorseggiate un aperitivo e preparate la brace a Pasquetta, brani per dire addio al mare d’inverno. (qui recuperate la playlist di marzo!) Leggi tutto

Guida ai Soulquarians in 3 atti

Screen-Shot-2018-01-30-at-8.18.21-AM

Nel caso dei Soulquarians è molto probabile che la fama del collettivo sia minore della somma delle sue parti. Il nucleo principale nasce intorno a quattro giovani musicisti agli sgoccioli del secondo millennio: Questlove, batterista incredibile, dj dalla conoscenza enciclopedica e dal gusto storiografico, produttore e fondatore dei Roots; James Poyser, suo collega nei Roots, tastierista con un background jazz e gospel di tutto rispetto; D’Angelo, cantautore della prima ondata neo-soul ed ex bambino prodigio del pianoforte; J Dilla, produttore leggendario, uno che non voleva assolutamente che i suoi beat fossero precisi al millesimo – di fatto uno dei primi nemici della quantizzazione – nonostante lavorasse sostanzialmente con materiale elettronico. Descritto da Questlove come “colui che ci ha fatto uscire dal deserto”, è stato un visionario senza alcun dubbio, tanto che il suo sequencer è tuttora conservato al Museo della Cultura Afroamericana di Washington. Leggi tutto

Travelling through time and space with Crane Like the Bird

136912-crane-like-the-bird

Crane Like the Bird is Kyle Crane’s songwriting alter-ego, 33 years old, drummer for M. Ward and Neko Case. A Berklee graduate, he has also been the drumming double for the poignant final scene of the movie Whiplash. Leggi tutto

La playlist di marzo è qui!

IMG_2204r

Com’è andato il mese di febbraio? (Qui potete recuperare la nostra playlist).
Speriamo tutto bene, perché già è arrivato marzo, si avvicina la primavera, i baci, gli abbracci, i gelati, la nuova musica.

Abbiamo i ritorni stellari degli Interpol, di John Mayer, di Alicia Keys e dei Chemical Brothers. Le sorprese da parte di Melanie Faye, Claud e Rex Orange County. E poi Edda, Massimo Volume, Panda Bear, Foxygen. E altro ancora, ce n’è per tutti i gusti!

Il rinfrescante artwork della copertina è di Manuela Buonomo.

10+5 dischi del 2018 che potrebbero esservi sfuggiti

Album2018

È quel momento dell’anno.

L’albero è acceso. I regali sono stati fatti. I più intraprendenti avranno anche deciso cosa fare a Capodanno. Manca ancora qualcosa? Sì. Manca la lista di fine anno con i dischi migliori del 2018. Siete alla ricerca di qualche chicca che potrebbe esservi sfuggita? Questo è il posto giusto per recuperare. In ordine rigorosamente alfabetico, ecco per voi 10 album internazionali e 5 album italiani che non hanno ricevuto l’attenzione che meritavano. Leggi tutto

Una notte nel mondo di Annie, tra neon e chitarre fluo

Schermata 2018-06-28 alle 21.56.07

Abbandonata l’idea del “karaoke aumentato” della prima parte del tour, St. Vincent arriva al Circolo Magnolia di Segrate per un live full band a supporto dell’album dello scorso anno, Masseduction. Leggi tutto

Moses Sumney incanta il giardino della Triennale

MatKat_Moses-Sumney_VMan_LRG-Jpeg_05-3

Se hai avuto modo di collaborare con Solange, Karen O, David Byrne, Thundercat, James Blake, Skrillex, Flume, se sei stato ospite nella band di Sufjan Stevens alla notte degli Oscar, se il tuo debutto è Aromanticism, successo unanime di critica, le aspettative del pubblico sono molto alte. Leggi tutto

Evergreen – un Calcutta per tutte le stagioni

calcutta-evergreen-nuovo-disco-rockit

Era probabilmente il disco indie (o itpop?) più atteso. 906 giorni dopo l’ottimo Mainstream, Calcutta libera “fra la gente” Evergreen. Nel frattempo il movimento ha raggiunto un picco di popolarità difficilmente pronosticabile. I club si sono fatti improvvisamente stretti, e gli artisti indie più famosi sono approdati o approderanno nei prossimi mesi nei grandi palazzetti dello sport. O, come nel caso della voce sempre fuori dal coro di Calcutta, all’Arena di Verona e allo Stadio Francioni di Latina. Leggi tutto

Vai sopra