Quell’oscuro oggetto del Nonfiction

Il ricco scapolo Juan Pablo Galavis, ex-calciatore venezuelano di trentasei anni, deve trovar moglie. Un manipolo addestrato di ventisette ragazze dai capelli splendenti, segregate in una bella villa con piscina, combattono l’una contro l’altra per conquistare il cuore di Juan pie’ veloce, Achille romantico in giacca e cravatta. Riuscirà Juan a scovare, tra quelle assatanate di matrimoni, la moglie devota che il destino crudele continua a negargli? Leggi tutto

Collagistas Festival e la celebrazione dell’arte del collage

L’atmosfera e l’entusiasmo di Berlino (sede della prima edizione del Collagistas) non è mai cambiata ma anzi è cresciuta nelle varie edizioni del Festival. A confermarlo è stata la 4a edizione del più grande festival dedicato al collage che si è svolta quest’anno a Milano dal 22 al 29 settembre, ospitata all’interno della splendida location di STECCA 3.0. Leggi tutto

Lunarte 11, il festival che fonde arte e territorio

Il programma dell’undicesima edizione del Festival – ha dichiarato l’organizzazione – gioca sul rapporto tra 1 e 1, inteso come incontro, un universo e un altro, relazione tra artisti, scambio tra territorio e sperimentazione. Lunarte si conferma, quindi, sempre di più come un momento in cui i linguaggi dell’arte e le energie del territorio, si incontrano in un’eccezionale sinergia. Undici anni di magici incontri tra arte e culture in un territorio che continua a crescere insieme a noi.” Leggi tutto

ToDays Festival 2017

ToDays festival
Torino, 25-27 agosto 2017

Torna anche quest’anno con una line-up sempre più all’avanguardia il Todays festival, l’evento più underground dell’estate nel territorio torinese.
Come dice il nome stesso, il ToDays raccoglie i nomi del momento nello scenario “sottoculturale” giovanile. Leggi tutto

Viaggio extratemporale con Olmo Amato

Basta che un rumore, un odore, già sentito o respirato un’altra volta, lo siano di nuovo, a un tempo nel presente e nel passato, reali senza essere attuali, ideali senza essere astratti, ed ecco che l’essenza permanente ed abitualmente nascosta delle cose è liberata.

04_il sospetto
Il sospetto

I ricordi di Marcel Proust, protagonista e narratore della lunga opera Alla ricerca del tempo perduto, ci conducono in un viaggio intimo e complesso destinato alla liberazione dell’io interiore smarrito nell’oblio del tempo, un essere extratemporale che, incurante delle vicissitudini del futuro, gode dell’essenza delle piccole cose, come il sapore di una madeleine. Le sensazioni frammentarie riemergono così dal passato svelando ciò che è stato dimenticato e l’essere riconquista la propria vita, mai realmente vissuta. Il disorientamento temporale è una condizione immediatamente percepita osservando i personaggi e i luoghi nei progetti fotografici di Olmo Amato, fotografo e videomaker, interprete di storie che sembrano appartenere allo stesso limbo che tormenta Proust.

Leggi tutto

Il paesaggio sonoro dei Julie’s Haircut

Non è una cosa che capita tutti i giorni quella di potersi affacciare ad un sound così fresco, originale, aleatorio e indefinibile nella sua autenticità. Sono queste le prime sensazioni che si possono avvertire durante l’ascolto di Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin, il settimo album della band di radice emiliana che risponde al nome di Julie’s Haircut.

I cinque componenti, entrati da poco nel roster dell’ etichetta londinese Rocket Recordings, hanno infatti dato vita ad un disco vario e ricco di contrasti, caratterizzato da densi ed evocativi tappeti sonori pronti a trasformarsi in ipnotici ed animaleschi ritmi dal sapore sciamanico. Possiamo cogliere con facilità, durante l’immersione nel mondo onirico dell’album, il senso più profondo del concetto di psichedelia nonché il chiaro riferimento al senso di ritualità a cui allude infatti il titolo.

Leggi tutto

1 8 9 10 11 12 16
Vai sopra